Come Cucinare Sa Cordula?

La prima e più classica consiste nel cuocere ‘sa corda’ alla brace. La seconda, invece, nel cuocerla in umido, in padella. Se scegliete la cottura alla brace il procedimento da seguire è questo. Prendete la cordula che avete intrecciato e infilatela in un ferro per lo spiedo.

Come si fa la Cordula in Sardegna?

Per ottenere una cordula uniforme e compatta è importante tagliare la pancia a “listarelle”, ciascuna larga circa un centimetro. Per la preparazione, ci si serve di un gancio a cui si appendono le strisce di pancia e gli intestini per poi ricoprire tutto con sa nappa, simile a una rete che rende la superficie omogenea.

Cosa è la Cordula?

Sa cordula con prisucci è una particolare preparazione sarda, una treccia di intestini e stomaco di agnello che verrà cotta prima in acqua bollente e poi in padella con l’olio. Ecco i passaggi per la ricetta tipica di Pasqua sa cordula con prisucci. 5 Vota.

Come è fatta la Cordula?

La ‘cordula’, espressione del dialetto sardo che letteralmente significa ‘corda’, è un piatto tipico dell’isola la cui preparazione prevede l’utilizzo delle interiora di agnello o capretto che vanno intrecciate a formare una sorta di treccia o corda appunto.

Come fare la Rivea?

Alternare su degli spiedini di legno un pezzo di coratella, lardo, pane, alloro. Condire gli spiedini con sale e olio, poi avvolgerli nel budello, quindi cuocerli in forno preriscaldato a 200° per 20 minuti, poi altri 30 minuti a 150°.

Come pulire l’intestino di agnello?

Passate i budelli sotto il rubinetto per togliere il grosso, poi riempite una bacinella con acqua tipepida e lasciateli in ammollo. Il sale li ha disidratati e serve lasciargli un po´ di tempo perchè ritrovino la loro morbidezza ed elasticità naturale.

See also:  Come Cucinare A Vapore Nel Forno?

Cosa sono i Longusu?

I longus (tradotto “i lunghi”) sono la parte terminale dell’intestino del vitello. Lavate i longus sia internamente che esternamente e puliteli molto bene dal grasso. Se sono interi, tagliateli a pezzi lunghi circa 10/15 centimetri e rivoltateli in modo che la parte interna risulti all’esterno.